Frascati superiore, eccellenza laziale

Frascati superiore

frascati superiore wikivini la libera encicolpedia del vinoLa DOC frascati è un vino originario dell’omonimo comune in provincia di Roma. Delle sue eccellenze ne parlarono Lucullo e Cicerone, esponenti nobili romani vissuti verso il primo secolo a.C. La zona di produzione comprende i seguenti comuni: Frascati, Grottaferrata, Monte Porzio Catone e in parte quelli di Roma e Montecompatri. I vitigni maggiormente usati per produrre il Frascati sono: Malvasia bianca di Candia, Malvasia del Lazio e Trebbiano Toscano. Le malvasie donano al vino aromi intensi di frutta e una particolare sapidità, mentre il Trebbiano Toscano conferisce morbidezza ed equilibrio. Le tipologie del Frascati riguardano tutte vini bianchi e secchi: Frascati Spumante, ottenuto con il metodo Charmat e solo nelle versioni Brut ed Extra dry. Non è però sempre stato così: la nascita di questo spumante risale a tanti anni fa dove era un vino leggero e dolce grazie al suo residuo zuccherino. Nel dopo guerra grazie a nuove tecniche di produzione si iniziò a produrre un vino “sur lie” che attirò l’attenzione di tanti altri produttori i quali decisero di immettere grandi quantitativi di questo vino sul mercato. Oggi sono pochi i produttori che continuano la produzione utilizzando le stesse tecniche del passato. Il Frascati spumante va servito ad una temperatura di 6/8 °C. Grazie alla sua freschezza e al suo aroma fruttato questo vino è ideale come aperitivo o come tutto pasto. Cannellino di Frascati DOCG, prodotto con le stesse uve del vino Frascati secco ma vendemmiate più tardi, dopo un naturale appassimento sulla pianta. Una tecnica che consente di realizzare vini da dessert caratterizzati da un grande equilibrio tra la morbida dolcezza e una piacevole acidità. Il vino Cannellino di Frascati DOCG va servito a una temperatura di 12/14 °C. È un vino da dessert che trova i migliori abbinamenti con piccola pasticceria secca e con formaggi di media stagionatura. Frascati Superiore DOCG. Il vino Frascati superiore DOCG, se sottoposto ad un periodo di maturazione non inferiore a 12 mesi, di cui 3 mesi di affinamento in bottiglia, può fregiarsi della menzione aggiuntiva “Riserva“. Ci troviamo davanti un vino fresco ed equilibrato con profumo caratteristico, delicato con note floreali. Va servito ad una temperatura di 10/12°C. È un vino che si accompagna bene con molte carni bianchi, con primi piatti delicati e con portate di pesce.

Romainformazioni.it © Riproduzione riservata

...