Il vino rosato, nuove produzioni

Il vino rosato italiano

vino rosato italianoSe il Prosecco Doc diventa anche rosé Ormai non si tratta più di un’ipotesi, di un semplice pour parler. Il consorzio del prosecco ha approvato la nascita di una versione rosata, a base di uve glera e pinot nero . Cosa succederà? Grazie al volume d’affari crediamo che darà una grande mano per la propaganda nel mondo dei vini rosati. Approfondiamo un po’ questo “nettare rosa”. Il vino rosato è un bianco o rosso? Il vino rosato prodotto in Italia per la legge italiana viene prodotto con una fermentazione in rosso interrotta dopo poche ore di macerazione, quindi possiamo dire che i vini rosati rientrano nella categoria dei vini rossi. Per i rosati che vengono invece prodotti fuori dal territorio italiano e per le bollicine rosate il discorso è ben diverso. Negli altri Stati Europei è infatti possibile fare una cuvè tra un vino bianco e uno rosso. Alle denominazioni che producono rosé con vitigni autoctoni aderiscono 6 Consorzi, ma non si escludono nuovi ingressi. Valtènesi, Chiaretto di Bardolino, Cerasuolo d’Abruzzo, Castel del Monte, Salice Salentino e Cirò sono i sei enti protagonisti del mondo del rosè. Queste Sei Denominazioni rappresentano interpretazioni del rosé diverse e complementari, tra di loro in grado di offrire un ventaglio di proposte ampio e sfaccettato. Anche se nell’ultima edizione di “Italia in rosa” si sono viste etichette provenire da quasi tutta la nostra penisola. La produzione è stimata intorno a 25 milioni di bottiglie, dove il consumo interno si attesta intorno al 5% ma la tendenza è quella di un aumento. Oggi il consumatore, grazie alla formazione professionale dei sommelier che ha sdoganato l’idea di un vino di poco conto, accetta con molta più facilità un rosato quale consiglio per un abbinamento al piatto, rispetto agli anni passati, in cui non era visto di buon occhio. Oggi alcuni vini rosati presentano degli ottimi bouquet floreali e un ottimo equilibrio alla beva. E’ questo il motivo principale del fatto che alcune case vitivinicole rinomate del made in Italy stanno inserendo questo prodotto nel loro assortimento. Il rosato sta vivendo il proprio momento grazie anche alle bollicine. Sempre più apprezzate, sia come vino a tutto pasto, sia come vino tra amici accompagnato da qualche finger food e cruditè, sia come vino da “cena a due”, la bollicina sta raccogliendo sempre più consensi.

Wikivini.it © Riproduzione riservata

...